Biblioteca Monelli

 

La biblioteca, costituita da circa 11.000 volumi, è stato acquisita dal Ministero per i Beni Culturali e Ambientali  per la Biblioteca Baldini nel 1982: si tratta della biblioteca privata di Paolo Monelli (1891-1984), giornalista e scrittore, personalità poliedrica, interessato a tutti gli aspetti della cultura, grande viaggiatore e appassionato bibliofilo. La raccolta rispecchia naturalmente i suoi molteplici interessi e non ha quindi un carattere unitario; vi si possono tuttavia individuare alcuni filoni principali, corrispondenti agli argomenti cui Paolo Monelli dedicò la maggior parte dei suoi studi e del suo tempo, per motivi di lavoro o per le sue inclinazioni personali:

- storia della I Guerra Mondiale;

- storia  politica del '900, in particolare italiana

- linguistica e storia della lingua italiana;

- gastronomia ed enologia.


Molti sono anche i libri di viaggio e le opere sulla cultura di vari paesi, soprattutto europei, nei quali ebbe modo di recarsi come corrispondente per diversi giornali.

Il Fondo comprende inoltre alcune importanti enciclopedie europee, collezioni di classici latini e greci, molte opere di narrativa e di letteratura italiana e straniera.

Le opere sono in maggioranza della prima metà del '900, non mancano però alcune edizioni del '700 e dell'800, nonché una edizione veneziana del 1560 delle Institutiones iuris civilis.

Tutte le opere sono catalogate in SBN e sono quindi reperibili attraverso il catalogo online della biblioteca.